La ruota panoramica è ferma

spartiti_musicali_per_pianoforte_gratis_1.jpg

Come se le porte socchiuse dovessero fermarci

c’è ostinazione nel non volerle chiudere definitivamente

c’è ostinazione nel accostarle momentaneamente

sono tre giorni che non ci parliamo


ti ho comprato il dentifricio che io avevo usato

quello al sapore di sale

anche tu ne avevi preso uno nuovo

ma diverso

l’hai messo via

hai usato quello che ho portato a casa

ho visto il segno a metà tubetto


mi hai comprato il pane per farmi mangiare

lo faccio

ma fuori da qui

rimango digiuno e desolatamente vuoto


ci siamo scagliati addosso violenza

ci siamo tirati addosso un telefono

stamattina mi hai chiesto se non siamo più sposati

non ho indossato la fede in questi giorni

ti ho risposto che lo siamo sempre

mi hai sfiorato con le tue labbra

ti ho preso il viso

era morbida la tua guancia

la paura mi annoda

io ti cerco

io ti aspetto

ma intanto dimentico


non fidarti dei fantasmi del ‘900
l’estate non tornerà più da queste parti,
con i più grandi mangiatori di hot dog di tutti i tempi
che sorridono sazi agli angoli delle strade

lo senti questo suono?
è il lamento del tempo?
o una nota rubata nella casa del sogno?

restiamo ancora un po’
camminiamo
tanto la vita è solo a una fermata da qui
basta una moneta per raggiungerla.

 

 

La ruota panoramica è fermaultima modifica: 2011-01-05T09:19:00+00:00da nightinmontagna
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.