To destroy a city

IMG_3043.jpg

Piac:

moderata soddisfazione per il voto in Sicilia

il disco nuovo di Umberto Maria Giardini che non è più Moltheni ma è sempre uno dei migliori musicisti che ci sono in questa povera patria

il post rock che in autunno/inverno è come un fiore sull’occhiello ma in particolare la musica di questi qui scoperti grazie a questo qua

Non piac:

moderata insoddisfazione per il voto in Sicilia

pensare sempre che voglio vedere quelle persone li, quegli amici e non farlo mai, cosa cazzo è successo per essere così immobili e non prendere una macchina e spostarsi da questa città mica tanto simpatica? Cosa mi tiene legato? Senso della responsabilità instillato da vecchi che non capiscono il salto generazionale? Ci si comporta così dicono. Sarà. Ma prima o poi scoppio!

non esprimere quasi mai un concetto che sia generalista, oramai tutti i pensieri vagamente articolati girano solo nella mia testa o vengono infilati in quello che scrivo, sto seriamente pensando che il mutismo sia una forma d’arte….sopraffina

To destroy a cityultima modifica: 2012-10-30T16:00:00+00:00da nightinmontagna
Reposta per primo quest’articolo

One Response

  1. angelo
    27 gennaio 2013 at 15:16 |

    Roccia perenne,sempre roccia.Nel linguaggio gramaticale,due amici che sembrano simili…..il mutismo ed la sua ombra il silenzio.sembrano un insieme,ma sono diversi nella sua natura.Il silenzio sempre libero.Silenzio che accompagna la roccia,silenzio che acompagna al uomo sul divano nel cuore della notte.ma la roccia forte sa che sara suo silenzio e non suo mutare a fargli sempre splendere la sua musica viva,la sua amica fedele che lo sa accompagnare come un urlo imprigionato e liberatorio dove un volcano vive….ma grazie alla sua sinfonia ed suo arte ,fa svegliare sempre le infinita incrocciate delle emozione.Sempre mio saluto sentito

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.